BEST ZAFFERANO

     

HOME  CHI SIAMO CONTATTI EVENTI Info Su BEST ZAFFERANO lo Zafferano SALVA la VITA i FALSI Zafferani PREZZI   FOTO

 

RICETTE CON LO ZAFFERANO

 

REGOLA PRINCIPALE

prendere 2 dita di acqua o di brodo e versarlo in un pentolino. Far bollire l’acqua e , quando ha raggiunto l’ebollizione, versare lo zafferano e lasciar bollire per circa 1 o 2 minuti. Poi spegnere e lasciare amalgare per 20 minuti circa. Se decidete di fare un risotto giallo versare tutto nel risotto quando mancano 3-5 minuti alla cottura.  Se decidete di fare altre pietanze che richiedono salse, versate lo zafferano in stimmi nella salsa e cuocetelo assieme alla salsa. IMPORTANTE: lo zafferano puro in stimmi va lasciato amalgamare per circa 20 minuti in un liquido caldo a scelta: acqua, brodo, salse etc.

 

QUANTITA’ DA UTILIZZARE: 1 grammo del nostro zafferano contiene circa 300 stimmi che è sufficiente per circa 12-14 porzioni di risotto giallo alla milanese. Per un risotto giallo alla milanese per 2 persone sono sufficienti 25 stimmi circa.

 

COME CAPIRE SE LO ZAFFERANO NON E’ ADULTERATO/CONTRAFATTO?

In acqua o nel brodo caldo, oppure nella salsa lo zafferano puro colorerà tutto di un forte giallo ed emanerà un forte aroma. Resteranno solo gli stimmi che devono essere bianchi. Gli stimmi che restano rossi sono prodotti adulterati (pezzi di seta, frammenti di petali di fiori, etc…). Lo stimma bianco va versato insieme all’acqua o brodo nella vostra pietanza in quanto sono ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali  e altre sostanze anti-aging e molecole che potrebbero proteggere contro il tumore al seno, la leucemia, morbo di Alzheimer e altre malattie.

 

COSA SI CUCINA CON LO ZAFFERANO?: ormai di tutto. Gli utilizzi dello zafferano sono:

  • Cucina, industria alimentare e gastronomia
  • Preparazione di gelati
  • Liquori
  • Industria cosmetica anti-aging
  • Medicina

 

 

alcune RICETTE:

 

Lo zafferano viene usato nelle regioni mediterranee per insaporire piatti a base di riso e pesce come la paella, il risotto alla milanese, la bouillabaisse, ma da il meglio di se anche in preparazioni a base di carni bianche, pollame,vitello e frutti di mare, nonchè nella realizzazione di svariati dolci. E' particolarmente indicato come condimento di verdure dal sapore delicato come le zucchine o il famoso radicchio di Treviso. Nelle regioni medio-orientali si utilizza anche nella realizzazione budini e dolci di riso, e in Gran Bretagna lo zafferano trova applicazione nelle preparazioni di torte e ciambelle tradizionali allo zafferano.

 

Tagliolini con Speck e Zafferano

 

 

 

 

Fate dorare la cipolla in una padella con dell’olio, aggiungete 50 gr di speck a listarelle e lasciate rosolare. Aggiungete 250 gr di ricotta, un pizzico di sale e lo zafferano fatto sciogliere in un po’ di acqua calda per 20 minuti. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Dopo aver cotto e scolato i tagliolini, insaporiteli col condimento per qualche minuto prima di servirli. (dose per 4 persone)

 

Ricotta allo Zafferano

600 grammi di ricotta, 0,20 grammi di zafferano puro in fili. Q.B. zucchero e vino passito. Amalgamare bene la ricotta di pecora e lo zafferano, unendo pochissimo zucchero e qualche cucchiaio di vino passito. Da servire come dessert accompagnato con del vino passito.

 

Filetto di Sogliola con Salsa allo Zafferano

Passate quattro filetti di sogliola nella farina e fateli cuocere in una padella con dell’olio. Poco prima del termine della cottura bagnate i filetti con del cognac, aggiungete un po’ di latte, dei pinoli e lo zafferano sciolto in due cucchiai di acqua calda. Aggiustate di sale e mescolate finché la salsa non diventa densa. Lo stesso procedimento può essere utilizzato per la carne, in particolare quella bianca. (dose per 4 persone).

 

POLLO ALLO ZAFFERANO

Ingredienti: pollo, 1 , burro, 50 g. , Olio d'oliva, 2 cucchiai , Crema di latte, 2 dl. Brodo, 1 tazza Cognac, 1 bicchierino Zafferano, 0,5 g. Prezzemolo, q.b.  Vino bianco, q.b. Farina, q.b. sale, q.b.

 

Preparazione:
1. Mettete olio, pollo a pezzi e burro in un tegame e fate rosolare. Cuocete per 3-4 minuti a fuoco vivo con il recipiente coperto.
2. Aggiungete il vino e il cognac. Continuate la cottura (senza coperchio) a fuoco lento. Aggiungete poco alla volta il brodo, lasciandone un po' da parte.
3. A cottura ultimata sgrassate il fondo di cottura. Versate il brodo rimasto, spolverate di farina facendo attenzione a sciogliere i grumi. Quando il sugo si sarà addensato mettete la crema di latte, il pollo precedentemente tolto e lo zafferano per amalgamare.
4. Prima di servire non dimenticate di cospargere il tutto di abbondante prezzemolo sminuzzato. (dose per 4 persone).

 

RISOTTO GIALLO

Dosi per: 4 persone Tempo di preparazione: 5 minuti Tempo di cottura: 20 minuti Tempo totale: 25 minuti . Ingredienti: Riso Carnaroli: 400g, Zafferano puro in stimmi ( circa 50-60 stimmi per 4 persone) , Brodo di carne: 1,5l, Cipolla o scalogno: 1, Olio extravergine di oliva: quanto basta, Vino bianco: quanto basta, Parmigiano grattugiato: a piacere

Come preparare il risotto

  • Versare lo zafferano in un po' di brodo caldo all'interno di una ciotola e mantenere per 20 minuti circa .
  • Tagliare finemente le cipolla o lo scalogno.
  • Scaldare un po' di olio extravergine d'oliva in un capace tegame e far soffriggere la cipolla precedentemente tritata
  • Quando la cipolla inizia a dorarsi versare il riso nella pentola e farlo tostare per qualche minuto mescolandolo ripetutamente per evitare che attacchi sul fondo. Sfumare il riso versando nella pentola un po' di vino bianco e continuando a mescolare .
  • Quando il vino è stato assorbito, far proseguire la cottura aggiungendo frequentemente il brodo di carne (tenuto sempre caldo nella sua pentola) e continuando a mescolare.
  • Versare lo zafferano sciolto all'interno della pentola con il riso e mescolare in modo tale da amalgamare al meglio, proseguendo la cottura per il tempo rimanente.
  • A cottura ultimata togliere la pentola dal fuoco, aggiungere il Parmigiano grattugiato e mescolare continuamente il riso per qualche minuto in modo tale da farlo mantecare.
  • Impiattare il risotto, decorandolo a piacere con qualche pistillo di zafferano.

CALAMARI FRITTI CON SALSA AGRODOLCE ALLO ZAFFERANO

Calamari Fritti Con Salsa Agrodolce Allo Zafferano

Ingredienti per 2 persone
3 calamari interi – semola di grano duro – buccia di limone grattugiata – miscela di alghe essiccate tritate – olio di semi di arachide per friggere – sale
Per la salsa allo zafferano : 10 pistilli di zafferano – 30 ml. di buon aceto di vino bianco  - 80 ml. brodo di pesce (o vegetale) – sale – un cucchiaio raso di miele di acacia – fecola la punta di un cucchiaino (per addensare) – pepe bianco

Procedimento
Per la salsa allo zafferano : fate caramellare il miele in un pentolino. Quindi sfumatelo con l’aceto di vino bianco e fate cuocere per 2 minuti (vosì che evaporino un pò i vapori). A questo punto unite il brodo, portate a bollore e fate ridurre per altri 5 minuti circa a tegame scoperto. Addensate con un cucchiaino di fecola sciolta in un cucchiaio di acqua fredda. Regolate di sale ed unite lo zafferano spezzettato e il pepe bianco macinato. Cuocete ancora per qualche istante, fino ad ottenere la densità desiderata; togliete dal fuoco per far raffreddare. Pulite i calamari e tagliateli ad anelli. Lavateli in acqua fredda (se poi li ammollate in acqua e ghiaccio per qualche minuto prima di friggerli è meglio) ed asciugateli molto grossolanamente. Amalgamate la semola setacciata con le alghe tritate e la buccia di limone; impanatevi i calamari e friggeteli velocemente in abbondante olio caldo. Scolateli dopo 1-2 minuti (se li cuocete troppo diventano duri) ed asciugateli su carta assorbente. Serviteli caldi, dopo averli salati, con la salsa allo zafferano.

PESCATRICE ALLO ZAFFERANO

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti

Ingredienti (4 Porzioni):

800g di pescatrice in pezzi grossi
50g di burro
0,5 g di fili di zafferano
sale, pepe
Salsa :
3 cucchiai di succo di limone
50g di burro
sale, pepe


Preparazione:

Riscalda il forno a 200°C (tempo : 7-8). Salare e pepare i pezzi di pescatrice poi disponili in una pirofila e inforna per 10 minuti. Spegni il forno.  In una padella fai fondere il burro e fai dorare per bene i pezzi di pescatrice. Disponili su un piatto da portata, tagliali se necessario in pezzi più piccoli, cospargi con lo zafferano e mettili nel forno spento. Salsa : in una pentola porta a ebollizione il succo di limone, salare e pepare. Abbassa la fiamma, aggiungi il burro, mescola per 2-3 minuti senza far cuocere. La Salsa deve essere morbida e "acidula".  Cospargi i pezzi di pescatrice con la Salsa e servi subito.

ARANCINO ALLO ZAFFERANO RIPIENO DI RICOTTA CON SALSA DI BASILICO E NOCE

Ingredienti (per 4 persone) :

500g riso carnaroli
0,5 grammi zafferano in stimmi (fili)
250g formaggio
500g ricotta vaccina
4 limoni
500g salsa di basilico e noce
600g pangrattato

Per la salsa
300g Emulsione noce e acqua
90g pasta di basilico
200g olio
9g pepe nero
40g miele fiori d'arancio
6g farina di semi di carruba
50g Prime uve bianca


Preparazione:

Lessate il riso in acqua addolcita col miele e salata insieme ai fili di zafferano. Cottura 10’. Sgocciolatelo e raffreddatelo. Con l’aiuto di un frullatore o di un robot da cucina, tritate molto finemente i gherigli di noce aggiungendo l’acqua sufficiente a formare una pasta fine e compatta. Aggiungetela al riso lo zenzero. Mescolate a sufficienza. Preparare il ripieno miscelando gli ingredienti, avendo l’accortezza di macinare il pepe grossolanamente. Formare con le mani bagnate arancini di peso totale di 60 g con 12 g di ripieno di ricotta ciascuno. Passate immediatamente in pangrattato di pane a lievito madre di semola di grano duro. Prima di friggere passare in poco albume leggermente salato e una seconda volta nel pangrattato. Friggere in olio di girasole e strutto (50 / 50) a 145 148°C per 1’ 50’’.  Consumare a temperatura tra i 40 e i 35°C. Per la salsa: Versare nel bicchiere del frullatore tutti gli ingredienti e lavorarli alla massima velocità per qualche minuto, fino a raggiungere una consistenza fluida e omogenea. In ultimo regolare la consistenza con l’aggiunta della farina di semi di carruba.

FINOCCHI ALLO ZAFFERANO CON SPECK

Ingredienti per 4 persone:

4 finocchi

0,5 grammi di zafferano in stimmi (fili)

150 g di speck

Olio extra vergine di oliva q.b.

Un cucchiaino di sale fine


Procedimento:

Lavate e dividete in 4 spicchi i finocchi, lessateli in abbondante acqua con un cucchiaino di sale ,  aggiungete lo zafferano. Scolateli al dente. Tagliate lo speck a dadini e fatelo rosolare con un po’ di olio, aggiungete i finocchi e saltateli per un minuto e mescolate bene. Servite caldo.

FARFALLE CON SALSA ALLO ZAFFERANO E ORATA

Ingredienti per 2 persone:

300 g di Farfalle (o pasta corta)
0,3 grammi di zafferano in stimmi (fili)
Orata a pezzetti
Pepe, Sale

2 filetti di Orata a pezzetti

Preparazione:

Prendere 2 dita di acqua o di brodo e versarlo in un pentolino. Far bollire l’acqua e , quando ha raggiunto l’ebollizione, versare lo zafferano e lasciar bollire per circa 1 o 2 minuti. Poi spegnere e lasciare amalgare per 20 minuti circa. In una pentola, portate a bollore l’acqua salata per la cottura della pasta. Pulite e riducete a pezzetti i filetti di orata, in una padella fateli saltare velocemente con un po’ d’acqua di cottura della pasta, in modo che non si secchino (se la fate con filetti crudi fateli cuocere sempre in padella con un filo d’olio, un poco di acqua di cottura della pasta per qualche minuto, aggiustate eventualmente di sale). Scolate la pasta al dente, versatela nella padella e versate lo zafferano, accendete il fuoco, aggiungete metà dell’orata e mantecate il tutto per 3-4 minuti. Servite nei singoli piatti, spolverate con una macinata di pepe ed aggiungete i restati pezzetti di orata a guarnizione del piatto.